about

… un gioiello, come il vino, è una miracolosa combinazione tra libertà e vincolo

Gioielli in Fermento prosegue nella lettura di processi creativi simili, nonostante la tipicità di due ambienti sensoriali distinti:
mondo contemporaneo del gioiello, mondo contemporaneo del vino.
Tutto è partito dalla riflessione sui protagonisti che in entrambi i casi si dedicano con autenticità a un percorso di sperimentazione e ricerca, eternamente contesi tra libertà e vincoli espressivi.
Terra, natura, tecnologie, spazi, offrono la libertà di scegliere, agire, esprimersi, e tuttavia convenzioni o convinzioni, limiti oggettivi o soggettivi, influiscono sul nostro lavoro, l’attitudine creativa, le aspettative o le rigidità dei nostri interlocutori.
La selezione della collezione e l’attribuzione finale del Premio Torre Fornello mettono in risalto l’autenticità e l’originalità delle opere, ponendo massima attenzione ai criteri compositivi, strutturali, narrativi, alla ricerca della massima armonia tra risultato emotivo, qualitativo, individuale, sottolineando quanto sia sorprendente la presenza di un equilibrio differente e autentico in ogni ornamento – come in ogni vino – d’autore.

Inoltre, la mostra Gioielli in Fermento si arricchisce di una nuova visione, ospitando alcune opere fuori concorso.
Grazie a Charon Kransen Arts, Klimt02 Gallery e ad alcuni degli artisti che hanno vissuto l’esperienza di passate edizioni di Gioielli in Fermento, desideriamo condividere con il pubblico opere di artisti invitati a formare il quadro ideale del dialogo tra i contenuti del concorso.


… a piece of jewellery is an amazing combination of freedom and constraint, 
like wine is 

In the year 2016 Gioielli in Fermento continued in showing the creative processes that can be comparable in spite of specificity of the two fields: contemporary jewellery makers, as well as wine-makers, within their authenticity, are torn forever between freedom and constraint.
Earth, nature, technologies and spaces, give us the freedom to choose, to act, to express ourselves, and yet objective or subjective limits, affect our work, the creative attitude, and even expectations or requirements of our counterparts.
The selection of the collection for the Torre Fornello Award highlights the authenticity and originality of the works, placing great attention on composition, structure, narrative character, looking for the highest quality, for an individual, emotional and harmonic outcome. 

Moreover, Gioielli in Fermento wishes to open a further vision through hors-concours pieces shown in the exhibition.
With the courtesy of Charon Kransen Arts, Klimt02 Gallery and some of the artists who lived the experience of previous editions of Gioielli in Fermento, we decided to share with the public the intensity of guest artworks that provide the perfect frame for a dialogue among the contents of the competition.

Efharis Alepedis, Sofia Björkman, Liv Blåvarp, Fumiki Taguchi, George Plionis, Niki Stylianou, Jasmin Winter (courtesy of Charon Kransen Arts)

Gésine Hackenberg (courtesy of Klimt02 Gallery)
Maria Rosa Franzin, Gigi Mariani (courtesy of the artists)

Benvenuti. Welcome to Gioielli in Fermento

 

Dalla prima edizione nel 2011,  con il progetto dei Gioielli in Fermento proponiamo un percorso possibile di sperimentazione e di comunicazione del gioiello di ricerca, rivolto a un pubblico sempre più consapevole e incuriosito da questo orizzonte complicato e tuttora poco conosciuto delle arti applicate.

Anno dopo anno, Gioielli in Fermento rinnova la sfida del racconto di un’esperienza che fa convergere attorno a un tema popolare, le infinite espressioni individuali di artisti, orafi contemporanei, designer nel loro dialogo con passioni che il pubblico conosce bene: vino e gusto.

Molti gli autori partecipanti: traccia comune quella di cimentarsi con un tema preciso che muove sensibilità differenti verso la natura, legata al lavoro in vigna, alle trasformazioni in cantina, al profumo nel calice, al fascino delle sensazioni del gusto: il tema è dunque il racconto del vino da leggere nell’espressione originale del concetto, nella scelta dei materiali, nella cura della realizzazione, senza prescindere dall’impatto emotivo dalla portabilità dell’opera.

L’appuntamento si rinnova ogni anno in primavera presso la tenuta di Torre Fornello, importante realtà vinicola sui colli di Ziano Piacentino, grazie all’ospitalità del titolare, Enrico Sgorbati, ispiratore del progetto della Vigna delle Arti e alla cura di Eliana Negroni che ha ideato e segue il percorso dei Gioielli in Fermento ed il catalogo delle opere esposte, racconto nel racconto: #awinetale…

Foto gallery | Photogallery

Since its first edition, year 2011, the Gioielli in Fermento project proposes itself as a means of communication for the experimentation in act in the world of jewellery. The Torre Fornello “Vigna delle Arti” gives us the possibility to show a curious, or well-aware, or amazed public this aspect of jewellery making which is currently far too little known by the contemporary applied arts.

The project consists of a competition open to designers and goldsmiths artists, professionals and scholars, and the related exhibit of unique jewellery inspired by a specific theme which is renewed every year in concept related to the world of wine.

The resulting exhibition, for a group of selected artists and unique pieces, is hosted at Torre Fornello Winery which dedicated its impressive spaces to the Vineyard of Arts and has the opportunity to be presented during the year of edition in other cultural contexts related to contemporary jewellery or exploiting synergy with events related to the world of wine in the role of representative of Italian excellence.

At the core of the Vineyard of Arts, Gioielli in Fermento is the event dedicated to the investigation on contemporary jewellery, under the direction of Eliana Negroni. The annual catalogue is published and available as a storytelling within the project: #awinetale …

Collezioni  Collections 


Edizioni  |
Editions :


Autori  |
Artists :

I profili d’autore   About artists profiles

Circuito espositivo | Exhibiting circuit :

Dozza, Ferrara, Firenze, Milano, Piacenza, Pollenzo, Ziano Piacentino
(Italy)

Barcelona (Spain)
Locarno (Switzerland)
New York, Chicago (U.S.A.)

Collaborazioni e patrocini | With the collaboration and support of : 

  • Torre Fornello
  • AGC Associazione gioiello contemporaneo
  • Banca del Vino
  • Enoteca Regionale Emilia Romagna
  • JOYA Art Jewellery Fair
  • Klimt02 Art Jewellery Online
  • Charon Kransen Arts
  • Sblu_spazioalbello Nondisolopane
  • Boffi Barcelona
  • Cassina Barcelona
  • Gualtiero Marchesi
  • Manfredi made in italy
  • Galleria Rossini
  • Materiaprima Bergamo
  • Il Lepre Galleria d’arte
  • Il Rivellino LDV art gallery
  • The Gallery at Reinstein Ross
  • SOFA Chicago
 
  • Provincia di Piacenza
  • Comune di Ziano Piacentino
  • Comune di Borgonovo Val Tidone, Nibbiano, Pianello Val Tidone, Unione dei Comuni Val Tidone

4 pensieri su “about

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...